Il linguaggio dei social network: i casi Allegro e Pordenone

Scritto da Nicola Baldo il 13-dic-2017 11.34.46
Seguimi su:

Il linguaggio dei social network_1.jpg

Il linguaggio dei social network è un aspetto importante. I social network non hanno stravolto soltanto il nostro modo di relazionarci con le altre persone. Hanno anche influenzato non poco il linguaggio. Rapidità, velocità, sintesi, testi bravi e sintetici, grande forza all'immagine, fotografica o video che sia

Queste sono alcuni dei concetti base del linguaggio dei social network. Con la consapevolezza che poi ogni social ha il suo. Ha la propria struttura, le proprie peculiarità. E ci sono alcuni modi attraverso i quali si può fare centro sui social utilizzando il linguaggio. Saper utilizzare i modi giusti online permette di arrivare dritto dove si vuole. Ovvero, al proprio target di riferimento. Mischiando linguaggio e sentimenti. Utilizzando la forza delle parole attraverso fotografie, video, gif che possano non solo trasmettere un'idea, un pensiero, ma anche una emozione.

Facciamo qualche esempio pratico? Certamente. Prendiamo per esempio il video di “Allegro”, un portale di vendite online polacco. Lo scorso anno ha pubblicato una propria pubblicità in cui un anziano signore polacco ordinava sul portale un corso di lingua inglese. Pochi minuti di video, molto bene fatto, in cui quest'uomo si dilettava con il “book is on the table” ed “cat and dog”. Insomma imparava l'inglese, ogni giorno, con grande costanza, per un dolcissimo obiettivo finale. Quale? Ve lo lasciamo scoprire da soli guardando questa pubblicità che potete trovare QUI. Una bella iniezione di dolcezza all'interno di un video pubblicitario. Il linguaggio, ovvero il video, che porta un messaggio e sentimenti oltre che “solamente” la promozione di un prodotto o servizio. Facendo centro nel cuore e nella mente di chi guarda.

Un altro esempio? Prendiamo un altro sentimento, dalla bontà passiamo all'ironia. Proprio in questi giorni stanno piovendo complimenti da tutte le parti al social media manager degli account ufficiali del Pordenone Calcio. Applausi meritati, perché quello che i “ramarri” (storico soprannome dei neroverdi friulani) hanno fatto in questi giorni sui social è stato praticamente perfetto. Prologo: nella serata di ieri, 12 dicembre, il Pordenone affrontava l'Inter in Coppa Italia a San Siro. Per la squadra friulana una partita storica ed una occasione d'oro di visibilità in tutto lo Stivale. Occasione sfruttata appieno, perché per giorni prima della partita gli account social dei friulani sono stati degli esempi perfetti di come ironia, leggerezza, spensieratezza siano linguaggi perfetti per descrivere una favola sportiva.

I volti dei giocatori del Pordenone sostituiti in foto a quella dei supereroi, perché “Contro la capolista c'è bisogno dei superpoteri... letteralmente”. Oppure un elegante abito scuro tutto verde per l'occasione perché “Ci siamo fatti belli per San Siro: per la prima alla Scala serviva l'abito giusto no?”. Oppure visti i 30 pullman arrivati da Pordenone a Milano una sottile ironia verso la Juventus... “Ne avremo 30 sul campo davvero”, con la fotografia dei pullman davanti alla porta di San Siro. Insomma, tanta capacità di raccontare sui social un evento senza formalismi. Senza la cravatta. Ma con quella frizzante ironia che cattura il sorriso degli internauti. E che attira verso di sé le simpatie del popolo della rete.

 

Forse ti interessa anche Non solo business ma marketing responsabile

Se ti interessa questo argomento contattaci per una consulenza

New Call-to-action

Argomenti: Social network, Comunicazione, comunicazione sul web