AperiMarketing n.18 - Perché scalare i motori di ricerca

Scritto da Nicola Baldo il 8-gen-2018 11.07.19
Seguimi su:

18 perché scalare i motori di ricerca.jpg

 

Ed anche questa estenuante settimana di lavoro è finita, ho bisogno di una pausa. Per mia fortuna, il bar di fianco all’ufficio non ha ancora chiuso. Un posto tranquillo, un barista disponibile. Niente di meglio per fare un po’ d’ordine tra i miei pensieri: come faccio a rendere sempre più accattivante i contenuti pubblicati sul mio sito internet? 

Entro, mi siedo al bancone e do una letta veloce al menù.

Pochi dubbi. Voglio mettere un po' di bollicine ai miei pensieri. Il barista mi guarda e sorride, come se avesse già capito cosa mi frulla per la testa. Prende un bicchiere, stappa la bottiglia che ha vicino e, senza mai distogliere lo sguardo dal calice che si riempie e frizza, mi dice con voce ferma: 

Un po' di bollicine anche quando si lavora fanno sempre bene.

Che lavoro fai? Ti occupi di marketing? Curi siti internet?

Bello, pensa che hai fra le mani uno strumento meraviglioso come un sito web. Uno strumento che, oggi, è diventato globale, immediato, facilmente personalizzabile e sul quale poter svolgere e programmare tante attività diverse.

Ci sono solamente alcune regole basilari da seguire per scrivere sul web. Come, ad esempio, il fatto di evitare i “mattoni”. Niente testi lunghissimi e compatti, tipo mattone appunto. Che risultano profondamente pesanti da leggere.

Pensa, quindi, sempre alla grafica, a come il tuo testo viene presentato:

  • leggero, schematico, intuitivo, facile da leggere, con immagini, dati, grafici... Anche l'occhio, sul web, vuole la sua parte. E soprattutto dimenticati quello che ti hanno insegnato a scuola quando scrivevi i temi di italiano. Sul web si predilige la “piramide rovesciata”:
  • parti subito dalla conclusione, dal nocciolo della questione, dalla notizia o da quello che vuoi comunicare.

E poi, con il passare delle righe, spiega ed argomenta, illustra ed approfondisci il tuo pensiero. Se ci fai caso il modo in cui leggi un sito web è lo stesso in cui leggi un giornale cartaceo al mattino: subito il titolo, che deve essere chiaro e facilmente comprensibile, contenere il nocciolo della questione. Magari con una bella fotografia, immagini e video sono il contorno migliore per ogni testo sul web. E dopo il titolo spiega subito la questione nelle prime righe, prima di lasciarsi andare a raccontare tutto nei minimi dettagli”.

Era proprio l’aperitivo di cui avevo bisogno!

  

New Call-to-action

 

Puoi leggere anche:

Argomenti: Visibilità online, AperiMarketing, Infografica